Segui gli ultimi esperimenti

Ogni settimana testiamo più di 3 strategie nuove sui nostri clienti

Vuoi conoscerle?

Come trovare interessi nascosti per le tue Facebook Ads

Tabella dei Contenuti

Premessa

Facebook ha molti più dati di quelli che condivide con noi advertiser.

Questo è poco ma sicuro.

Ti basta iniziare a guardare le nuove features da un’altra prospettiva.

Esempio:

Facebook ha da poco implementato i pagamenti diretti da Whatsapp (senza bisogno di PayPal), facendo lui direttamente da gateway interfacciandosi con le varie banche.

Al momento questa nuova feature è attiva solo in Brasile, ma si conta che entro fine anno sarà disponibile anche da noi.

Qual è il punto? 

Facebook così facendo, non solo offre un servizio in più, una comodità che già avviene con molte carte online tipo Revolut etc, ma acquisisce nuovi dati e insights.

Quando vai a cena fuori con un amico e volete dividere il conto, se entrambi avete un conto Revolut potete mandarvi i soldi in modo istantaneo e senza commissioni (o con basse commissioni).

Idem potrai fare con Facebook (tramite WhatsApp),

Potresti pensare quindi, di pagare sempre tramite WhatsApp, una macchina usata che hai visto su un annuncio di qualche marketplace.

Adesso forse ti starai fermando al pensiero:

“WOW…sempre più comoda la vita”

ma il fatto è che dall’altra parte qualcuno starà pensando:

“WOW…un nuovo modo di avere informazioni”

Non essendo più nel far west dei dati (vedi anni scorsi) la cosa sarà regolamentata, quindi non ti entreranno dentro il conto in banca, su questo puoi stare tranquillo.

Ma…se solo tracciasse il quantitativo che un utente spende o riceve al mese, tramite questa nuova feature?

Capisci che la cosa si fa interessante.

Ok, ma cosa c’entra tutto questo con gli interessi delle mie Ads?

Semplice,

diversi di questi dati (non tutti ovviamente) si trasformano di base in Interessi che in un modo o nell’altro la grande F ti mette a disposizione per trovare utenti sempre più in target con le tue offerte.

Pensare che siano tutti a disposizione degli Advertiser è utopia,

sarebbe troppo bello no? 🙂

Possiamo però scovare interessi apparentemente nascosti che in fase di targeting ci possono essere comodi.

Come trovare interessi nascosti

Devi sapere che quando crei una campagna e vai a scegliere degli interessi, sempre che tu ne faccia uso, Facebook ti mette a disposizione una lista di suggerimenti con un massimo di 25 risultati circa per interesse.

Questo perché da una parte cerca di aiutarti suggerendoti interessi altamente correlati, dall’altra perché se non facesse questa sorta di filtro la lista potrebbe essere un tantino più lunga e non più appropriata a quello che stai cercando di targhettizzare.

Lasciando perdere gli interessi troppo di nicchia,

…tipo Brand/Aziende con pagine Facebook non troppo rilevanti in ambito di like. 

Possiamo comunque chiedere di più a Facebook 🙂

Adesso ti mostro come.

Are you ready? Lesss go! 😉

Crea la tua FB APP di Marketing

Come ben sai e come abbiamo visto in questo articolo,

The Big F mette a disposizione dei developer la funzione “build your app”,

ovvero la possibilità di costruire la tua APP all’interno di Facebook per vari scopi.

Oggi andremo a vedere quello che ci servirà per estrapolare nuovi interessi apparentemente nascosti.

Per prima cosa creiamo una nuova APP da questo indirizzo.

Rinominala come vuoi, io personalmente l’ho chiamata “Interests”.

Specifica adesso che è a utilizzo solo della tua azienda, quindi togli la visibilità all’interno del social.

Adesso come sempre, vai a mettere la tua privacy policy in entrambi campi che troverai nelle impostazioni (nella sidebar a lato, a sinistra)

La cosa bella di questa APP è che non c’è bisogno nemmeno di verificarla o renderla “attiva” ma puoi mantenerla in modalità “in fase di sviluppo” e comunque funzionerà.

Anche perchè a noi basterà la generazione di un Token specifico.

Non c’è bisogno nemmeno di associare a questa app un Prodotto specifico di quelli che Facebook ci mette a disposizione (marketing, etc)

Adesso che abbiamo creato la nostra App andiamo a generare il token che ci servirà per completare la nostra missione!

Vai a questo link:

https://developers.facebook.com/tools/explorer

Adesso vai in alto a destra:

Seleziona la App che abbiamo creato per scovare nuovi interessi

Seleziona nella voce “Utente o Pagina” -> Token dell’App

Adesso clicca su Genera e ti dovrebbe comparire un Token d’accesso, un codice alfanumerico.

Copialo che ci servirà tra pochissimo!

Scova nuovi interessi

Ok ci siamo, adesso arriva il bello.

Tramite le API di Facebook che abbiamo ora a disposizione possiamo andare a scoprire gli interessi nascosti in due modalità:

– Interessi specifici
– Interessi consigliati (correlati al nostro interesse principale)

Queste 2 voci in inglese sono:

– Adinterest
– Adinterestsuggestion

Te le ho scritte non perchè non mi fido del tuo inglese, ma perchè tra poche righe le vedremo in scena nella nostra equazione per chiedere a FB questi interessi!

Chiamare le API di Facebook

Per chiamare le API di Facebook ci sono 2 metodi, uno diretto e l’altro indiretto.

Quello che vediamo ora è quello diretto, ci basta per il nostro scopo.

Prima di tutto bisogna avere bene in mente il tipo di interesse che stiamo cercando.

Ti faccio un esempio pratico:

Con Conversion Focus voglio targhettizzare le persone interessate al Marketing a cui potrebbe far piacere leggere questi articoli.

Quindi la mia Keyword sarà: marketing

Per effettuare adesso la chiamata alle API ci basterà incollare nella barra di ricerca del tuo browser questo url:

https://graph.facebook.com/search?type=adinterest&q=[Marketing]&limit=10000&locale=it_IT&access_token=il-tuo-token-appena-creato

 

Ecco il risultato:

Che ne dici se provo questi interessi nelle mie prossime ads? 😉

Nello spazio in grassetto devi mettere la query per cui stai cercando gli interessi (in questo caso Marketing), mentre nell’access_token, dovrai incollare il Token che abbiamo creato poco fa all’interno della nostra app di Facebook.

Come vedi in questo url (che ti consiglio di salvare e usare direttamente da qui) è presente il tipo di richiesta (adinterest) che potresti cambiare come detto prima con i suggerimenti (adinterestsuggestion)

In questo caso l’url sarebbe così:

https://graph.facebook.com/search?type=adinterestsuggestion&interest_list=[%22Marketing%22]&limit=1000&locale=it_IT&access_token=il-tuo-token-appena-creato

Se vedi bene, in entrambi gli url ci sono altri 2 parametri interessanti che potrai cambiare in base alle tue esigenze:

– Il limite delle query: in caso è impostato a 10.000
– il mercato di riferimento: in questo caso è impostato it_IT (per l’Italia)

Adesso c’è da fare una precisazione importante:

la struttura dell’url potrebbe variare da browser a browser, nel caso riscontrassi problemi aggiungi tra la tua keyword per cui stai cercando gli interessi (come nell’esempio appena mostrato) questo parametro:

– “%22” (senza virgolette)

Altra precisazione da fare:

Non sempre il Graph di Facebook è preciso, potresti quindi ritrovarti tra i risultati, alcuni interessi che non sono realmente correlati.

Ti consiglio quindi di salvarti in un .csv solo gli interessi realmente attinenti alla tua ricerca.

Conclusione

Oggi abbiamo visto come scovare nuovi interessi di base nascosti ma comunque disponibili che Facebook ci mette a disposizione se glieli chiediamo.

Dato che siamo in molti a spendere diverso budget (nostro e dei clienti) su questo social media, senza dubbio abbiamo motivo per chiedere di più, per portare performance.

Spesso infatti, gli interessi che vedi (quei 25 di base) sono quelli più utilizzati per cui la concorrenza (e il CPM) è alta.

Questi interessi che abbiamo scoperto oggi, sono quantomeno da testare, per capire se effettivamente stiamo andando in segmenti più piccoli a minor concorrenza.

Spero di esserti stato d’aiuto con l’articolo di oggi.

Come sempre ti ricordo di condividere questo articolo con la tua rete contatti se pensi che sia utile per qualche tuo amico/collega.

In questo modo aiuterai anche questo blog a farsi conoscere 🙂

Il mio scopo con questi articoli è di darti una risposta pratica a un problema specifica, con soluzione testate in primis su di me.

Grazie per il tempo dedicato!

Ci sentiamo al prossimo articolo.

Lorenz

Condividi sui Social

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

ISCRIVITI ALLA CONVERSLETTER

conversionfocus.net © 2020 | P.IVA 02462380979